La mia decisione di ottenere un lavoro sul naso è stata molto più di quanto sembri

Per quanto mi ricordo, ho sempre odiato il mio naso. Lo disprezzavo.

Tutti i problemi di insicurezza del mio corpo e di fiducia in me stesso erano in qualche modo legati a questo grumo sporgente in mezzo al mio viso. Non si addiceva al mio viso, mi ha sopraffatto gli altri lineamenti. Mi sentivo come se ogni volta che entravo in una stanza, il mio naso fosse la prima cosa che la gente notava di me.

Ho cercato disperatamente di accettare il mio naso come parte di me. Ci scherzavo anche sopra. Ma non potevo fare a meno di sentire che la mia vita sarebbe stata così diversa se non avessi avuto quest’unico tratto del viso che ha preso completamente il sopravvento. Andrei in vacanza con i miei amici e la mia famiglia e mi divertirei tantissimo – ma vedere le foto del viaggio che mi hanno catturato di profilo mi farebbe piangere.

Quindi a 21 anni ne avevo abbastanza. Ma mi ero anche rassegnato al fatto che l’intervento chirurgico era fuori questione. Sicuramente era una cosa che facevano solo le celebrità o le persone ricche? Era destinato ad andare male su una persona “normale”, no? Tuttavia, non ho potuto fare a meno di indagare. E alla fine, ho passato gran parte del mio secondo anno di università a ricevere citazioni da chirurghi privati di tutto il mondo. Ma sono tornati tutti a più di 9.000 dollari, che il mio budget studentesco non poteva permettersi. E non volevo mercanteggiare quando si trattava di qualcosa sulla mia faccia con cui avrei dovuto convivere per sempre.

Ma poi una sera tutto è cambiato.

Ho visto un post di un amico blogger che si era sottoposto a una rinoplastica con una clinica di chirurgia estetica con sede a Londra, Transform. I suoi risultati sembravano estremamente naturali e c’erano diverse opzioni di finanziamento disponibili. Ho prenotato un appuntamento.

Condividi su Pinterest

Sei mesi dopo, una settimana dopo aver finito gli esami, mi stavo sottoponendo ad un intervento chirurgico.

Camminare fino al tavolo operatorio sapendo che mi sarei svegliato con un naso diverso è stata l’esperienza più surreale di sempre. Ansia, attesa, eccitazione.

Sembrerò una persona diversa?

Qualcuno se ne accorgerà?

Sarò ancora io?

Cambierà qualcosa?

Beh, in realtà – tutto è cambiato. Entro il primo mese dall’inizio della procedura, mi sono sentita abbastanza sicura da poter sperimentare il trucco, e ho avuto un’enorme opportunità di lavoro! Mi sono anche tagliata i capelli per la prima volta in sei anni. (Volevo farli crescere il più a lungo possibile per distogliere l’attenzione dal mio naso). E, dopo aver sperimentato la rottura, ho provato a uscire di nuovo con qualcuno. Per la prima volta, ho avuto la possibilità di uscire con qualcuno che non avevo mai incontrato prima – in precedenza, uscivo solo con persone che avevo conosciuto tramite amici.

Col senno di poi, non riesco a credere a quanto sono diverso come persona e a quanta fiducia in me stesso ho attaccato al mio naso. Dopo l’intervento, la mia fiducia è salita alle stelle. Mi sentivo come se potessi buttarmi nella carriera che volevo inseguire, senza essere trattenuto dallo stigma che avevo legato al naso.

Mi sentivo come se avessi finalmente il volto che avrei sempre dovuto avere, con tutti i miei lineamenti che lavorano l’uno con l’altro piuttosto che uno che travolge il resto.

Ero libero dalla mia fiducia, con il peso che mi gravava addosso. Non mi ci nascondo più dietro.

Il mio consiglio quando si tratta di chirurgia estetica

Condividi su Pinterest

La chirurgia estetica è ovviamente una decisione enorme e non va presa alla leggera. Stai alterando il tuo corpo – in modo permanente. E gli effetti non sono solo fisici, ma anche emotivi. Se state pensando a qualsiasi tipo di intervento chirurgico, vi prego di leggere prima questo:

1. Gestisci le tue aspettative

Penso che la cosa più importante quando si sottopone a qualsiasi tipo di chirurgia estetica sia gestire le proprie aspettative, perché è qui che la chirurgia può andare molto male. Una cosa che ho apprezzato molto del mio chirurgo è stato il fatto che mi ha assicurato che la sua visione chiave era quella di assicurarsi che il mio naso fosse ancora adatto al mio viso. È pericoloso entrare e chiedere “il naso di Angelina Jolie”, per esempio, o aspettarsi di emulare qualcun altro. L’intervento chirurgico consiste nel valorizzare ciò che hai già, non nel dare qualcosa di nuovo. Per un aspetto più naturale, si vuole qualcosa che sia proporzionato alle altre caratteristiche e che lavori in armonia con esse – quindi anche il chirurgo dovrebbe fare di questo il suo obiettivo.

2. Non esiste il concetto di “perfetto”

La ricerca della perfezione è un altro inconveniente comune quando si tratta di chirurgia estetica, e questo è pericoloso. Perché, francamente, la perfezione non esiste. Se si lotta per un “naso perfetto”, purtroppo ci si prepara alla delusione. Mirate a un naso (o a una caratteristica) che funzioni in migliore armonia con il resto di voi. Ricordate, non si tratta di emulare qualcun altro – si tratta di VOI!

3. Fai la tua ricerca

Non potrò mai sottolinearlo abbastanza. Per sentirsi rassicurati che siete in buone mani e che otterrete il risultato naturale che desiderate, dovete assicurarvi di aver condotto molte ricerche. Una raccomandazione personale aiuta sempre, perché si può vedere il risultato vivo, che si respira, che si cammina, che si parla da soli. E se questa non è un’opzione, Google. Molti chirurghi hanno recensioni online con foto prima e dopo, e se non riuscite a trovarle, assicuratevi di chiedere all’assistente del chirurgo. Non abbiate paura di fare domande e non sentitevi obbligati ad affrettarvi a fare qualcosa. Ricordate, questa è una decisione importante e deve sembrarvi giusta. Ho aspettato 10 anni prima di procedere con l’operazione, il che mi ha dato molto tempo per pensare se era qualcosa che volevo fare veramente.

4. Datevi il tempo di recuperare

Ecco un altro consiglio molto importante. Mentre la chirurgia estetica è elettiva, potreste avere ancora molto dolore, e potreste avere gonfiori ed ematomi. Mi sono concesso due settimane di riposo prima di tornare alle mie solite attività, e questo tempo è stato più che sufficiente per ricominciare a sentirmi più umano.

5. 5. Date il vostro tempo ai risultati

Ci vuole tempo per guarire davvero. Mentre i risultati della chirurgia estetica sono istantanei, il gonfiore e i lividi possono mascherare il risultato finale. Per esempio, un intervento di rinoplastica porta con sé un sacco di gonfiori ed ecchimosi (soprattutto se si ha il naso rotto per correggere un setto deviato, come è successo a me). Mentre gran parte del gonfiore è diminuito di un mese, direi che è stato circa sei mesi dopo, prima che iniziassi a vedere il risultato finale che ho ora. Il gonfiore residuo può anche continuare fino alla soglia dei 18 mesi, quindi abbiate pazienza!

Il mio nuovo naso è adatto a me, e mi ha dato la sicurezza di essere me stesso. Ho passato anni a pensare a cosa fosse il mio aspetto a trattenermi. Ho studiato le procedure e ho preso in considerazione ogni aspetto della mia vita. Un intervento chirurgico che altera il corpo non è qualcosa in cui ci si dovrebbe tuffare e sono contenta di aver trovato il tempo di pensare veramente al mio.

Perché il naso – o qualsiasi altra caratteristica – non è solo qualcosa che è attaccato al resto del corpo. È parte del tuo stesso essere.

Scarlett Dixon è una giornalista britannica, lifestyle blogger e YouTuber che organizza eventi di networking a Londra per blogger ed esperti di social media. Ha un forte interesse a parlare di tutto ciò che può essere considerato tabù, e una lunga lista di cose da fare. È anche una viaggiatrice appassionata ed è appassionata nel condividere il messaggio che la IBS non deve trattenerti nella vita! Visitate il suo sito web e twittatele @Scarlett_Londra.

Deja una respuesta